UROLOGIA

Che cos’è l'urologia?

L’Urologia è la branca della medicina che studia e si occupa del sistema urinario maschile e femminile. Si suddivide in urologia femminile, infertilità maschile, urologia pediatrica, onco-urologia (diagnosi e cura dei tumori del tratto urinario maschile e femminile e dell’apparato riproduttivo maschile) e neuro-urologia (per le disfunzioni del controllo nervoso del sistema urinario e genitourinario maschile).

Il reparto Urologia di Parma presso il poliambulatorio Piccole Figlie Hospital (ubicato al Padiglione B della struttura ospedaliera) offre visite urologiche complete.

A cosa serve la visita urologica?

La visita urologica, indolore e non invasiva, è un consulto medico eseguito dall’urologo. Serve a diagnosticare, escludere e curare eventuali patologie che interessano il sistema urinario di uomini e donne e l’apparato riproduttivo maschile. E’ necessaria anche per monitorare disturbi e malattie già diagnosticate per verificare la risposta alle terapie.

La visita urologica è essenziale per controllare la presenza di disturbi come infezioni e calcolosi delle vie urinarie, incontinenza, disturbi associati alle funzioni sessuali, prostatiti, infezioni genitali maschili e femminili, neoplasie.

Di che cosa si occupa l'urologo?

L’urologo, medico specializzato in Urologia, si occupa del sistema urinario di uomini e donne e tratta anche l’apparato riproduttivo maschile. In quest’ultimo caso, specializzandosi in tale ambito, prende il nome di andrologo (corrispettivo maschile del ginecologo).

Ha il compito di diagnosticare e curare (con terapia farmacologica o chirurgica) le disfunzioni e patologie che colpiscono il sistema urinario (reni, uretra, vescica, ureteri, ghiandole surrenali). L’urologo/andrologo interverrà anche sul sistema riproduttivo maschile (pene, prostata, testicoli.

Oltre alla visita, l’urologo esegue particolari esami come ecografia prostatica transrettale, biopsia della prostata, ecografia del basso addome, ecografia scrotale o testicolare, UroTAC, Risonanza Magnetica, cistoscopia, scintigrafia renale, urinoflussometria, spermiogramma (esame del liquido seminale).

In cosa consiste la visita urologica?

Inizialmente, lo specialista urologo visionerà i referti e gli esami presentati dal paziente e procederà con l’anamnesi ponendo domande per indagare la storia clinica, stile di vita, alimentazione, eventuali patologie, farmaci assunti, familiarità, ecc. del soggetto.

Successivamente, con l’esame obiettivo, l’urologo osserva ed esamina l’addome superiore e la parte bassa della schiena. Chiede di tossire, percuote la schiena in varie parti, tamburella sul basso ventre con le dita per controllare se la vescica è piena. Procede con l’esame pelvico esterno (il paziente dovrà togliere gli indumenti intimi) ispezionando e palpando l’area in cerca di eventuali indizi di disturbi al sistema urinario.

L’urologo potrebbe voler auscultare cuore e polmoni con un fonendoscopio (o stetoscopio) per rilevare suoni anomali, che possono indicare disturbi renali.

Per i pazienti uomini, è possibile che lo specialista controlli lo stato di salute della prostata tramite palpazione del canale rettale.

Se necessario, richiederà approfondimenti diagnostici come esame delle urine, uroflussimetria ed ecografie dell’apparato urinario/genitale.

La paziente donna verrà sottoposta ad una visita simile a quella ginecologica per valutare lo stato di salute dell’apparato urinario e verificare (o escludere) la presenza di prolassi dell’utero o della vescica. Seguirà un’ecografia del basso addome da effettuare con o senza sonda transvaginale. Questo esame richiede la vescica piena.

La visita urologica dura, in genere, 20 minuti circa.

Quali sono le patologie trattate più spesso?

Le principali patologie maschili e femminili trattate in urologia sono:

– infezioni delle vie urinarie (IVU) causate da batteri o funghi;

– cistite interstiziale (dolore pelvico cronico);

– ernia inguinale;

– incontinenza urinaria;

– ostruzione delle vie urinarie;

– ritenzione urinaria;

– calcolosi delle vie urinarie;

– insufficienza renale;

– tumori della vescica, del rene e delle ghiandole surrenali.

Le patologie che interessano esclusivamente gli uomini sono ingrossamento della prostata, disfunzione erettile, prostatite, infertilità,  varicocele, tumori della prostata, del pene e dei testicoli.

Le patologie che interessano le donne sono prolasso della vescica per cedimento pelvico, vescica iperattiva (che porta a stimolo continuo di urinare).

È necessaria una preparazione?

Il paziente non deve seguire alcuna preparazione particolare per la visita urologica. Dovrà portare con sé i referti e la documentazione di esami effettuati in precedenza su prescrizione del medico curante riferiti al problema urologico.

La paziente donna, da sottoporre ad ecografia del basso addome, dovrà presentarsi alla visita con la vescica piena. E’ preferibile sottoporsi alla visita in assenza di mestruazioni (almeno 3 giorni dopo l’ultimo flusso o 7 giorni prima del successivo). Inoltre, le donne dovrebbero evitare di utilizzare creme intime non prescritte dal medico 2 giorni prima dell’esame, limitandosi ad utilizzare un comune detergente intimo.

Quando è necessario chiedere un appuntamento dall'urologo?

La visita urologica ed il controllo periodico sono fondamentali anche in assenza di sintomi per uomini e donne. Serve a diagnosticare e trattare precocemente malattie che, se ignorate o trascurate, possono portare a complicazioni anche gravi. Alcune patologie urologiche e andrologiche sono spesso asintomatiche.

La prima visita urologica consigliata andrebbe effettuata intorno ai 12 anni.

Dopo i 40 anni, è bene sottoporsi ad una visita di controllo ogni anno: questo vale sia per gli uomini sia per le donne, soprattutto in presenza di fattori di rischio (obesità, fumo, familiarità con patologie urologiche).

E’ caldamente raccomandato di rivolgersi all’urologo se si presentano i seguenti sintomi:

– ematuria (sangue nelle urine);

– incontinenza urinaria;

– urine torbide, maleodoranti;

– dolore e bruciore in fase di minzione;

– stimolo urgente e frequente ad urinare;

– dolore pelvico o ai reni;

– aumento o scomparsa delle urine associato a nausea, vomito e anoressia;

– gonfiore nel basso addome, scroto, inguine;

– getto delle urine debole o notevolmente ridotto;

– sangue nello sperma;

– infertilità;

– difficoltà di erezione;

– gonfiore, dolore, durezza o protuberanze nei testicoli.

EQUIPE MEDICA

Urologo

Dott. Potenzoni Domenico

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Urologia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Urologo

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Urologia

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Parma, anno 1972

SPECIALIZZATO IN

Urologia, Università degli Studi di Firenze, anno 1976

Urologo

Dott. Speroni Alberto

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Urologia e Andrologia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Urologo

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Urologia e andrologia. (oncologia, problematiche organiche e funzionali della minzione; calcolosi, fertilitàvdi coppia, disfunzioni sessuali, deficit erettile)

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia - Università di Pavia - 1983 - 110/110 e Lode

SPECIALIZZATO IN
Chirurgia generale - Università di Pavia - 1989 - 50/50 e lode
Urologia - Università di Pavia - 1994 - 50/50 e lode
Master in Andrologia - di Torino -2009 50/50 e lode

RECENTI ESPERIENZE LAVORATIVE
Urologo presso Casa di Cura Privata Piacenza, Casa di Cura Figlie di San Camillo Cremona

CONSENSI UROLOGIA

La presente sezione contiene tutti i documenti, moduli di informativa e consensi ai trattamenti ai quali ci si deve sottoporre. Nella pagina è possibile trovare anche le informazioni utili per la preparazione a determinati esami diagnostici e agli interventi di chirurgia.