REUMATOLOGIA E IMMUNOLOGIA

Che cos’è la Reumatologia e Immunologia?

La Reumatologia e Immunologia sono due branche della medicina che studiano e si occupano di problemi muscolari, articolari, ossei e di malattie sistemiche autoimmuni.

La Reumatologia è la branca della medicina interessata alle condizioni morbose che colpiscono l’apparato muscolo scheletrico ed i tessuti connettivi. Le malattie reumatiche possono compromettere ossa, muscoli ed articolazioni ma anche gli organi interni (polmoni, cuore, cervello), vasi e nervi.

L’Immunologia è la scienza che studia la struttura ed il funzionamento del sistema immunitario. Si occupa dell’anatomia e dello sviluppo del sistema immunitario e delle patologie che possono compromettere.

Il reparto Reumatologia e Immunologia di Parma presso il poliambulatorio Piccole Figlie Hospital (Padiglione B) si occupa principalmente di visite reumatologiche e immunologiche.

A cosa serve la visita reumatologica e immunologica?

La visita reumatologica è essenziale per verificare la natura di un disturbo per cui si sospetti una malattia reumatica (il più delle volte, di origine infiammatoria o degenerativa), una malattia allergica o sistemica autoimmune oppure immunodeficienze per, poi, pianificare la terapia più adeguata.

La visita immunologica serve per accertare l’origine immunologica di alcuni sintomi come dolore o eruzioni cutanee. E’ necessaria per diagnosticare malattie come psoriasi, artrite reumatoide, gotta, febbre reumatica ed altre malattie sistemiche autoimmuni.

Di che cosa si occupano il reumatologo e l'immunologo?

L’immunologo si occupa della struttura e funzionamento del sistema immunitario. Studia le cause e le terapie di malattie che compromettono il sistema immunitario. Tra le patologie trattate dall’immunologo, citiamo allergie e reazioni di ipersensibilità (anafilassi), malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus eritematoso, ecc.), immunodeficienze legate a patologie come il diabete o l’infezione da HIV. L’immunologo si occupa anche di farmaci, vaccini, farmaci e molecole che regolano l’attività del sistema immunitario.

Il reumatologo studia, diagnostica e cura le malattie reumatiche o reumatismi, patologie infiammatorie e non, che interessano articolazioni, tendini, muscoli e tessuto connettivo.

In cosa consiste la visita reumatologica e immunologica?

Tanto il reumatologo quanto l’immunologo inizieranno la visita con l’anamnesi raccogliendo dati e indagando sulla storia clinica del paziente, informandosi sullo stile di vita (alimentazione, attività fisica, eventuali vizi), farmaci assunti, sintomi, eventuali patologie, passati interventi chirurgici.

Durante l‘esame obiettivo, il reumatologo controlla la pressione, procede con l’auscultazione del cuore e la palpazione dell’addome, l’esame della struttura muscoloscheletrica. Per accertamenti, potrebbe prescrivere esami cardiologici, del sangue, radiologici oppure capillaroscopia, artrocentesi, ecografia articolare. La visita del reumatologo dura circa mezz’ora.

L’esame obiettivo eseguito dall’immunologo è simile a quello del reumatologo. Consiste nel l’auscultazione del cuore, misurazione della pressione, palpazione dell’addome. In base all’esito della visita può richiedere approfondimenti diagnostici (esami del sangue, cardiologici, radiologici, test genetici, ricerca di autoanticorpi). La visita immunologica dura fra i 30 ed i 40 minuti.

Quali sono le patologie trattate più spesso?

Le patologie trattate più spesso in Reumatologia e Immunologia si suddividono in tre principali gruppi:

Patologie osteoarticolari sistemiche (artrosi, osteoporosi, artrite reumatoide e psoriasica, febbre reumatica, spondilite anchilosante, gotta, sindrome di Reiter, Paget, polimialgia reumatica);

Patologie osteoarticolari distrettuali (sindrome del tunnel carpale, periartrite di spalla, fascite, tendinite, ecc.);

Malattie sistemiche autoimmuni come lupus eritematoso sistemico (LES), connettivite mista, fibromialgia, sclerodermia, polimiosite, dermatomiosite, sindrome di Sjögren, sindromi overlap, ecc.

È necessaria una preparazione?

Per la visita reumatologica, non è prevista una preparazione. Il paziente dovrà portare con sé la lista dei farmaci assunti, eventuali esami di base (VES e PCR, emocromo completo, funzionalità epatica e renale) e, su richiesta del medico curante, anche RA test e Anticorpi antinucleo in caso di sospetta patologia immune.

Per problematiche di tipo articolare, è utile una radiografia delle articolazioni interessate.

Per la capillaroscopia, il paziente dovrà evitare la manicure nella settimana che precede la visita.

Quando è necessario chiedere un appuntamento dal reumatologo e dall'immunologo?

Si ricorre al reumatologo su richiesta del medico curante in presenza di sintomi come dolori articolari, febbre, stanchezza. La visita reumatologica serve anche a monitorare periodicamente la risposta alle terapie in pazienti con malattia già diagnosticata allo scopo di perfezionare la cura.

La visita eseguita dall‘immunologo risulta fondamentale se si sospetta di soffrire di allergie o infiammazioni di natura sconosciuta accompagnate da febbre o perdita di peso. E’ utile anche se bisogna seguire un immunoterapia per contrastare disturbi allergici, asma, gravi reazioni anafilattiche.

EQUIPE MEDICA

Bordin Giorgio Piccole Figlie Hospital Parma
Reumatologo

Dott. Bordin Giorgio

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Reumatologia, Medicina Interna

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Direttore Sanitario, Reumatologo

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Reumatologia, Medicina Interna

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Torino, anno 1982

SPECIALIZZATO IN
Allergologia, Università degli Studi di Roma, anno 1985
Medicina interna, Università degli Studi di Milano, anno 1992
Reumatologia, Università degli Studi di Milano, anno 1998