ORTOPEDIA

Ortopedia: cos'è?

Il reparto di Ortopedia del poliambulatorio Piccole Figlie Hospital di Parma è ubicato nel Padiglione A (piano 1) e B della struttura ospedaliera.

L’Ortopedia è la disciplina che si occupa della diagnosi e trattamento (chirurgico e non) di patologie associate all’apparato locomotore, al sistema muscoloscheletrico.

Una sottobranca dell’Ortopedia è la Traumatologia che, in particolare, interviene sulle lesioni da traumi che danneggiano i tessuti.

Il nostro reparto di Ortopedia offre visita ortopedica, confezione e rimozione di apparecchi gessati e prestazioni specialistiche come artrocentesi e infiltrazioni.

Il trattamento delle patologie del ginocchio, della spalla e del piede rappresenta il livello di eccellenza dell’unità operativa e viene eseguito preferibilmente in chirurgia mininvasiva e/o artroscopia secondo le più avanzate tecniche chirurgiche.

L’équipe è rivolta a un costante lavoro di sviluppo e miglioramento delle tecniche anche modificando quelle già esistenti:

  • la ricostruzione legamentosa del ginocchio, specie nelle lesioni complesse e nelle revisioni, con il ricorso ad allograft tendinei (trapianti da cadavere) e accessi articolari artroscopici modificati
  • la ricostruzione osteocartilaginea con autoinnesti (mosaico plastica artroscopia) e con nuovi bio materiali
  • la riparazione meniscale (suture artroscopiche) quando possibile, fino al trapianto meniscale con allograft
  • il risparmio articolare nella chirurgia protesica, specie nella spalla (protesi di rivestimento)
  • i transfer tendinei (gran dorsale) nelle lesioni massive irreparabili della cuffia dei rotatori della spalla, nei casi consentiti

Un’attenzione particolare si pone alla correzione delle deformità del piede (alluce valgo, sindromi pronatorie e supinatorie) per le conseguenze patologiche che esse inducono, tramite una alterazione dell’appoggio plantare, sul ginocchio.

 

Cosa fare prima di un intervento programmato al PFH?

Per gli interventi sono previsti presidi ortopedici che è necessario avere con sé nel momento del ricovero per averli già a disposizione a fine intervento.

Bisogna far riferimento a quanto indicato dal dottore in fase di visita, ma riportiamo di seguito una lista indicativa dei presidi necessari

  • Protesi anca/ginocchio: stampelle + 2 calze elastiche
  • Lca: stampelle + 1 calza elastica + (solo se indicato dal chirurgo) ginocchiera tipo don joy
  • Spalla: tutore a 15° in abduzione o reggi braccio semplice (su indicazione medica)
  • Stabilizzazioni lombosacrali, ernie del disco: corsetto + 2 calze elastiche
  • Stabilizzazioni cervicali: (solo se indicato dal chirurgo)  collare + 2 calze elastiche
  • Alluce valgo: scarpa piatta post operatoria
  • Artroscopia di ginocchio: stampelle

Per qualsiasi dubbio o chiarimento sui presidi da portare o sulla fase preoperatoria in generale, è possibile chiamare i numeri del comparto pre-ricovero 0521917704 – 0521917705, o anche i numeri di reparto 0521917717- 0521917798.

Per maggiori informazioni visitare la pagina: pfhospital.it/preparazione-esami/ nella sezione Ortopedia

Prestazioni Ortopediche

Chirurgia artroscopica del ginocchio

  • Meniscectomia
  • Suture meniscali
  • Trapianti meniscali
  • Innesti osteocondrali autologhi-sintetici- alloinnesti
  • Ricostruzioni-revisioni legamentose (LCA-LCP) con autoalloinnesti
  • Sindromi aderenziali: artrolisi

Chirurgia a cielo aperto del ginocchio

  • Osteotomie tibiali e femorali
  • Malallineamento e instabilità femoro-rotulea
  • Ricostruzione legamentosa complessa (multipla)
  • Protesi (monocompartimentali-totali)

Chirurgia artroscopica della spalla

  • Decompressione subacromiale
  • Artropatia acromio-claveare (Mumford)
  • Riparazione cuffia dei rotatori
  • Reinserzione dell’ancora bicipitale (Slap lesion) e del cercine glenoideo (Instabilitàminori e maggiori)
  • Innesti ossei

Chirurgia a cielo aperto della spalla

  • Transfer tendinei
  • Instabilità in Bankart ossea (Latarjet)
  • Protesi (rivestimento, omerali e totali)

Chirurgia artroscopica della caviglia

  • Artrolisi
  • Rimozione corpi mobili
  • Trattamento danni condrali

Chirurgia a cielo aperto caviglia e piede

  • Intervento per alluce valgo e alluce rigido; dita in griffe e martello
  • Neuromectomia (Morton)
  • Riallineamento metatarsale (osteotomia metatarsale Weil)
  • Intervento per piede piatto-valgo
  • Artrodesi della astragalo-scafoidea, sottoastragalica, tibio tarsica

Chirurgia del polso e della mano

  • Sindromi canalicolari dell’arto superiore
  • Rizoartrosi
  • Tendinopatie stenosanti del polso e della mano
  • Malattia di Dupuytren

Chirurgia dell’anca

  • Chirurgia protesica dell’anca

A cosa serve la visita ortopedica?

La visita ortopedica studia la struttura e la funzionalità dell’apparato locomotore (ossa, articolazioni, muscoli), diagnostica patologie acute, croniche e degenerative a carico della colonna vertebrale, arti superiori ed inferiori.

Le patologie trattate più di frequente sono l’artrosi (anca e ginocchio), problemi al menisco ed ai tendini, lesioni ai legamenti del ginocchio e della cuffia dei rotatori, fascite plantare, sindrome del tunnel carpale, alluce valgo, neuroma di Morton, sindrome da compressione del nervo ulnare, cervicalgia, lombalgia, scoliosi.

La visita ortopedica è necessaria anche a seguito di traumi per riscontrare eventuali lesioni alle strutture dell’apparato locomotore o per controlli periodici post-intervento.

Di cosa si occupa l'ortopedia?

Il medico ortopedico è specializzato in Ortopedia e Traumatologia. Diagnostica e cura tutte le patologie, disturbi e traumi che colpiscono l’apparato locomotore (scheletro, muscoli, legamenti, tendini, cartilagine, articolazioni).

E’ impegnato anche nel trattamento di problemi congeniti, funzionali e malformazioni del sistema muscoloscheletrico come scoliosi o deficit posturali. Cura infezioni, traumi sportivi, fratture, osteoporosi, problemi alle articolazioni fino ai tumori alle ossa.

Se possibile, l’ortopedico tenta di risolvere le problematiche con approcci poco invasivi: prescrive farmaci, infiltrazioni, fisioterapia e riabilitazione. Quando la terapia conservativa non sortisce l’effetto sperato e non riesce a controllare i sintomi, è necessario ricorrere all’intervento chirurgico.

L’ortopedico preparato può intervenire anche chirurgicamente per eseguire operazioni complesse come l’impianto di protesi anca e ginocchio.

In cosa consiste la visita ortopedica?

La visita ortopedica, della durata massima di 30 minuti, ha inizio con l’anamnesi.

L’ortopedico si informerà sui sintomi attuali del paziente, sui disturbi passati, sul lavoro svolto, il suo stile di vita, livello di attività fisica, ecc. per avere un quadro clinico completo.

Successivamente, lo specialista effettuerà un esame obiettivo ispezionando le aree interessate dai sintomi, eseguendo palpazioni, verificando la temperatura della zona, misurando la pressione sanguigna. Durante la visita, individuerà eventuali anomalie (ferite, deformazioni, ecchimosi), esaminerà la postura, l’ampiezza dei movimenti, i riflessi, la forza muscolare. 

Il più delle volte, l’ortopedico farà la diagnosi a conclusione dell’esame obiettivo. Al contrario, per accertamenti, prescriverà esami diagnostici (radiografia, Risonanza Magnetica, TAC, esame del sangue e delle urine, esame del liquido articolare). 

E' necessaria una preparazione?

Non serve una specifica preparazione alla visita ortopedica.

Il paziente, il giorno della visita, dovrà presentare tutta la documentazione relativa ad esami precedenti utili per valutare le sue condizioni attuali come, ad esempio, la radiografia.

E’ importante che l’area da sottoporre ad esame sia ben visibile e libera di muoversi. In genere, lo specialista chiede al paziente di togliersi i vestiti.

Quando è necessario prenotare una visita ortopedica?

In caso di traumi (infortuni, incidenti, cadute, ecc.), deformità articolari e sintomi associabili a patologie e disturbi muscoloscheletrici acuti, cronici o degenerativi (rigidità, dolori, gonfiori alle articolazioni) è necessario prenotare una visita ortopedica.

Soprattutto per i soggetti over 50, con obesità o sovrappeso, sedentari o che svolgono lavori e pratiche sportive che richiedono sovraccarico funzionale e movimenti ripetuti, il dolore può essere un importante campanello d’allarme di patologie muscoloscheletriche.

Per i bambini, oltre alla presenza di sintomi oppure a seguito di traumi, le visite di controllo raccomandate sono intorno ai 3 mesi, 2 anni, 5 anni ed in età scolare. Le bambine, più soggette a scoliosi, dovrebbero essere sottoposte a visite di controllo ogni anno fino all’età prepuberale.

VIDEO

Ortopedia PFH: il Fast Track

Dott. Giovanni Belledi

Protesi d’anca: quando è necessaria

Dott. Pietro Marenghi

Chirurgia del Ginocchio, l’esperienza in PFH

Dott. Massimo Michelotti

EQUIPE MEDICA

Belledi Giovanni Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Belledi Giovanni

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedico

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Ortopedia

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Parma, anno 1987

SPECIALIZZATO IN
Ortopedia e Traumatologia, Università degli studi di Siena, anno 1993

RECENTI ESPERIENZE LAVORATIVE
Chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla. Sport Medicine di spalla e ginocchio

Bolzani FIlippo Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Bolzani Filippo

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia e Traumatologia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Chirurgo ortopedico

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Chirurgia protesica di anca e di ginocchio e artroscopica di ginocchio

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con 110/110 nell'anno 1998

SPECIALIZZATO IN
Ortopedia e Traumatologia con 110/110 con lode nell'anno 2004

RECENTI ESPERIENZE LAVORATIVE
Dirigente medico presso Ausl Modena

Sacchetti Gianluigi Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Sacchetti Gianluigi

UNITA’ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedico

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, anno 1985, voto 110/110 con lode

SPECIALIZZATO IN
Ortopedia e Traumatologia, Università degli Studi di Modena, anno 1990
Chirurgia della Mano, Università degli Studi di Modena, anno 1993

Mancini Donato Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Mancini Donato

UNITA’ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedico

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, anno 1985, voto 110/110 con lode

SPECIALIZZATO IN
Ortopedia e Traumatologia, Università degli Studi di Modena, anno 1990
Chirurgia della Mano, Università degli Studi di Modena, anno 1993

Banchini Pietro Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Banchini Pietro

UNITA’ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedico

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Parma, anno 2002

SPECIALIZZATO IN
Ortopedia e Traumatologia, Università degli Studi di Parma, anno 2007

Argentini Emanuele Piccole Figlie Hospital Parma
Ortopedico

Dott. Argentini Emanuele

UNITA’ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ortopedico

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, anno 2014

CONSENSI ORTOPEDIA

La presente sezione contiene tutti i documenti, moduli di informativa e consensi ai trattamenti ai quali ci si deve sottoporre. Nella pagina è possibile trovare anche le informazioni utili per la preparazione a determinati esami diagnostici e agli interventi di chirurgia.