MAXILLO FACCIALE

Che cos’è la Chirurgia Maxillo-facciale?

Il reparto di Chirurgia Maxillo-facciale Parma Piccole Figlie Hospital garantisce un servizio completo nella diagnosi e trattamento dei disturbi e patologie che colpiscono la bocca, il volto, la mascella, la mandibola ed il cranio (strutture ossee cranio-orbito-naso-maxillo mandibolari), le parti molli, cavo orale, denti e regione del collo.

A cosa serve la visita di chirurgia maxillo-facciale?

La visita di chirurgia maxillo-facciale ha lo scopo di effettuare una prima, fondamentale valutazione di un paziente con problemi che interessano la bocca, il volto, mascella, mandibola, cranio, collo. La prima visita serve a confermare (o escludere) la presenza di patologie di natura congenita o acquisita oppure dovute ad incidenti, ustioni che cambiano parzialmente o totalmente il viso.

Determinate infiammazioni o infezioni possono compromettere la funzionalità delle ossa o delle cartilagini del viso.

Alcune neoplasie del viso causano deturpamento dei lineamenti, di alcune parti del volto o del cranio.

E’ necessario, quindi, rivolgersi al chirurgo maxillo-facciale per valutare l’intervento più adeguato dopo un’attenta diagnosi.

Di che cosa si occupa il chirurgo maxillo-facciale?

Il chirurgo maxillo-facciale è un medico chirurgo impegnato a diagnosticare e curare tutte le malattie che interessano bocca, mascella, mandibola, volto, collo, cranio.

E’ specializzato in diverse discipline: odontoiatria, otorinolaringoiatria, oftalmologia, chirurgia plastica, neurochirurgia. Interviene su varie problematiche: dalle malocclusioni patologiche malformative cranio-facciali o post-traumatiche ai problemi estetici di denti, bocca, volto, cranio, collo.

Principalmente, il chirurgo maxillo-facciale effettua i seguenti interventi:

– avulsione di denti inclusi e denti del giudizio. interventi di chirurgia dento-alveolare;

– riparazione di malformazioni mascellari e di inestetismi del profilo facciale;

– ricostruzioni ossee dei mascellari di tipo implantoprotesico;

– impianti zigomatici;

– impianto di protesi fisse per curare gravi atrofie ossee;

– artrocentesi e artroscopia delle articolazioni temporo-mandibolari;

– asportazione di cisti e tumori dei mascellari;

– riparazione di fratture della mascella e della mandibola.

In cosa consiste la visita di chirurgia maxillo-facciale?

Nella prima fase della visita di chirurgia maxillo-facciale, lo specialista procede con l’anamnesi per valutare la storia clinica del paziente. Gli chiederà quali farmaci sta assumendo e di mostrargli la cartella clinica con radiografie ed esami strumentali precedentemente effettuati.

Successivamente, il chirurgo eseguirà un esame approfondito per verificare la funzionalità di ossa, organi e cartilagini del volto ed eventuali difetti morfologici-funzionali dell’apparato facciale. Per valutare la funzionalità della mandibola, lo specialista può eseguire l’esame elettrognatografico.

Questo specialista dispone di software avanzati per pianificare con estrema precisione l’intervento chirurgico: inserendo determinati parametri (lunghezza del naso, ampiezza della fronte, distanza tra gli occhi, ecc.) potrà calcolare le esatte proporzioni del viso.

Mediamente, la visita di chirurgia maxillo-facciale dura tra i 15 ed i 30 minuti, in base alla problematica del paziente.

Quali sono le patologie trattate più spesso?

Le patologie trattate più spesso sono di natura:

– malformativa;

– traumatica;

infiammatoria;

– degenerativa;

– oncologica.

Fra le patologie di origine traumatica maggiormente trattate dalla chirurgia maxillo-facciale ritroviamo:

– malformazione del volto;

– degenerazione;

– infezione del viso;

– neoplasia.

In linea generale, la chirurgia maxillo-facciale interviene in caso di:

– asimmetrie facciali;

– denti del giudizio inclusi;

– disfunzioni articolari che causano dolore o difficoltà ad aprire la bocca;

– implantologia avanzata;

– eccessiva prominenza (prognatismo) o eccessivo arretramento (retrognazia) del mento;

– cisti dei mascellari;

– atrofie ossee (assottigliamento delle ossa) dei mascellari;

– problematiche estetico-funzionali del viso e della bocca.

È necessaria una preparazione?

Per la visita di chirurgia maxillo-facciale, non è necessaria alcuna preparazione. Il paziente dovrà portare con sé la cartella clinica contenente tutti gli esami strumentali e le radiografie effettuate in precedenza.

Il medico chirurgo potrebbe richiedere al paziente analisi specifiche per valutare la sua compatibilità fisica con un eventuale intervento chirurgico.

Quando è necessario prenotare una visita di chirurgia maxillo-facciale?

E’ necessario prenotare una visita di chirurgia maxillo-facciale per la preparazione all’intervento chirurgico relativa ad una patologia già diagnosticata.

E’ consigliato rivolgersi al medico chirurgo maxillo-facciale per diagnosticare sospette patologie ovvero malocclusioni, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) neoformazioni della bocca o del viso, malformazioni del naso, orecchio e palpebra.

PRENOTAZIONE

Prenotare una visita in Piccole Figlie Hospital è facile!

Si può fare in tre modi:

  • al telefono (0521 917711)
  • online,
  • di persona allo sportello

Ai pazienti viene mandato un SMS di promemoria il giorno prima della visita.

EQUIPE MEDICA

Di Blasio Chiara Piccole Figlie Hospital Parma
Chirurgo Maxillo Facciale

Dott.ssa Di Blasio Chiara

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Chirurgia Maxillo-facciale

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Chirurgo maxillo-facciale

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Chirurgia maxillo-facciale, OSAS, problematiche articolazione temporo-mandibolare

LAUREATA IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Parma, anno 2009.

SPECIALIZZATA IN
Chirurgia Maxillo-facciale, Università degli Studi di Parma, anno 2017, votazione 50/50 con Lode