GINECOLOGIA

Ginecologia: cos'è?

La Ginecologia è la branca della medicina che si occupa della fisiologia dell’apparato riproduttivo femminile, dei relativi disturbi e patologie.

Il reparto di Ginecologia nel poliambulatorio Piccole Figlie Hospital di Parma (Padiglione B della struttura ospedaliera) fornisce prestazioni complete: visita ginecologica (finalizzata anche alla preparazione di interventi chirurgici), Pap Test, tamponi, Colposcopia, Ecografia.

A cosa serve la visita ginecologica?

La visita ginecologica serve a valutare la salute degli organi genitali femminili interni ed esterni, a diagnosticare eventuali patologie o ad escluderne la presenza.

La visita di controllo periodico (insieme al Pap test) da ripetere ogni 1-2 anni diventa l’occasione per fare prevenzione secondaria. La diagnosi precoce di patologie come tumore al collo dell’utero, endometriosi o fibroma rende la cura più efficace.

Può risultare necessaria anche per individuare le ragioni di disturbi o irregolarità del ciclo mestruale, per valutare un sistema di contraccezione adeguato, verificare un sospetto di gravidanza oppure per problematiche sessuali (ad esempio, dolori durante il rapporto), riferite alla menopausa o che riguardano il seno.

Di cosa si occupa la ginecologia?

Il ginecologo, medico specializzato in Ginecologia, effettua visite di controllo ed interviene in caso di sospette patologie e problematiche legate alla riproduzione. Si occupa di diagnosticare (o escludere) e curare, anche in tandem con altri specialisti, i disturbi che interessano l’apparato riproduttivo femminile. Il suo compito è anche quello di seguire la donna durante la gravidanza, il travaglio ed il parto, nonché di prestare assistenza post-partum se necessario.

Le patologie trattate più di frequente dal ginecologo sono:

– gravidanza e parto;

– infezioni batteriche, micotiche o virali che colpiscono ovaie, vagina, utero e genitali esterni;

– infezioni trasmesse sessualmente;

– fibromi e miomi uterini (neoplasie benigne);

– dolore pelvico (acuto e cronico) e malattie infiammatorie pelviche;

– tumori benigni (cisti ovariche, vaginali o vulvari, condilomi);

– anomalie congenite del tratto riproduttivo;

– endometriosi;

– cambiamenti al seno o ai capezzoli.

In cosa consiste la visita ginecologica?

Lo specialista inizia la visita ginecologica con un’accurata anamnesi ponendo alla paziente diverse domande per inquadrare la sua storia clinica (età, prima e ultima mestruazione, eventuali patologie ed assunzione di farmaci, presenza di sintomi, storia medica familiare, ecc.).

In seguito, passerà ad una serie di esami specifici invitando la paziente a posizionarsi supina su un lettino con le gambe divaricate. Gli esami comprendono Ecografia pelvica, Pap Test, Colposcopia (in caso di Pap Test anomalo), visita senologica attraverso la palpazione ed ispezione del seno.

Per accertamenti, il ginecologo può procedere con test per la ricerca del DNA dell’HPV, mammografia ed ecografia mammaria, biopsia endometriale.

Se necessario, il ginecologo eseguirà interventi di chirurgia ginecologica di vario tipo: asportazione di cisti, fibromi e miomi, chiusura delle tube, asportazione dell’utero in tutto o in parte (isterectomia).

Se la paziente è adolescente o non ha mai avuto rapporti sessuali potrebbe non essere necessaria la visita interna. In certi casi, se necessario, il ginecologo procederà con l’esplorazione rettale.

Lo specialista può valutare anche lo stato di salute dei linfonodi e della tiroide.

La visita è indolore e dura, solitamente, tra i 20 ed i 30 minuti.

E' necessaria una preparazione?

Generalmente, una visita ginecologica di controllo non prevede alcuna specifica preparazione.

In caso di esami particolari, risulta necessario che la paziente si presenti senza aver svuotato la vescica. Negli altri casi, è preferibile sottoporsi alla visita ginecologica a vescica vuota.

Prima del Pap Test, è bene astenersi dai rapporti sessuali nelle prime 24-48 ore che precedono l’esame.

Quando è necessario prenotare una visita ginecologica?

Si consiglia di effettuare la prima visita ginecologica quando si raggiunge la maturità sessuale (alle prime mestruazioni).

In seguito, si raccomanda a titolo preventivo di eseguire la visita una volta all’anno ed il Pap Test ogni 2 anni in assenza di particolari problematiche o di sintomi.

E’ necessario sottoporsi a visita ginecologica in caso di problematiche e disturbi (perdite vaginali, dolore pelvico, mestruazioni dolorose, ecc.).

Il ginecologo è un punto di riferimento per la donna con difficoltà a concepire.

EQUIPE MEDICA

Ginecologa

Dott.ssa Cosenza Cinzia

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologia ed ostetricia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologa

AREE MEDICHE DI INTERESSE
ginecologia-ostetricia, psicoterapeuta, omeopata

LAUREATA IN
Medicina e Chirurgia, Università degli studi di Parma, anno 1983

SPECIALIZZATA IN
Ginecologia ed Ostetricia, Università degli studi di Parma, anno 1988

Ginecologo

Dott Crovini Giusepppe

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologo

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Ginecologia

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Napoli, anno 1971

SPECIALIZZATO IN
Ostetricia e Ginecologia, Università degli Studi di Napoli, anno 1985

Ginecologo

Dott Tagliavini Medardo

UNITÀ OPERATIVA IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologia

RUOLO IN PICCOLE FIGLIE HOSPITAL
Ginecologo

AREE MEDICHE DI INTERESSE
Ginecologia, Ostetricia

LAUREATO IN
Medicina e Chirurgia, Università degli studi di Bologna, anno 1992, votazione 102/110

SPECIALIZZATO IN
Ostetricia e Ginecologia, Università degli studi di Bologna, anno 1997, votazione 102/110